METODO DI LAVORO

Valutazione dello stato nutrizionale

La prima visita ha la durata di circa un’ora e consiste in un colloquio finalizzato alla valutazione dello stato nutrizionale che comprende:

  • Anamnesi fisiologica e patologica del paziente: in questa fase vengono poste domande riguardo lo stile di vita della persona, eventuali stati fisiologici e patologici che permettono di inquadrare la situazione generale della persona. Si prende visione dei risultati degli esami del sangue e si prende nota di eventuali terapie farmacologiche, al fine di elaborare un piano nutrizionale personalizzato.
  • Anamnesi familiare: ci permette di conoscere le malattie di cui sono risultati affetti i familiari diretti (nonni, genitori, fratelli) in quanto possono aiutare a stabilire eventuali predisposizioni familiari o genetiche, importanti anche in termini di prevenzione.
  • Anamnesi alimentare: tale indagine permette di capire le abitudini alimentari della persona al fine di poter elaborare un piano alimentare quanto più possibile facilmente eseguibile dalla persona.
  • Rilevazione di parametri antropometrici: successivamente vengono rilevati peso, altezza, circonferenze, viene calcolato l’indice di massa corporea (IMC o BMI) e viene valutato il fabbisogno energetico.
  • Valutazione della composizione corporea (BIA AKERN 101): L’esame bioimpedenzometrico permette di identificare lo stato idro-elettrolitico e nutrizionale. Permette una valutazione del nostro grado di idratazione, della quantità di massa muscolare e di grasso corporeo e dà una stima del metabolismo basale.
  • Eventuale consegna del diario alimentare: potrà essere consigliato la compilazione di un diario alimentare all’inizio o durante il percorso nutrizionale, al fine di capire e di discutere insieme quali possono essere alcuni “errori” nell’alimentazione del soggetto, oppure può anche servire al nutrizionista per capire se alcuni disturbi e fastidi possano dipendere da qualche alimento.

In pochi giorni verrà consegnato la proposta nutrizionale e insieme ad esso verranno fornite informazioni utili sulle modalità di preparazione e di cottura dei cibi, consigli su quali alimenti devono essere limitati e quali da preferire in riferimento ad uno stato fisiologico o patologico e alcune ricette.

Controlli periodici

I controlli hanno una durata di circa 30 minuti e generalmente avvengono a distanza di 30 giorni, a meno che non vengano concordati con il paziente degli incontri più frequenti. Durante questi incontri verranno rivalutati i parametri antropometrici e verrà nuovamente eseguito l’esame della composizione corporea al fine di valutare i miglioramenti e eventualmente apportare modifiche al piano nutrizionale

Studio medico la Marmora
Via A. la Marmora 29 50121 Firenze

Studio Gardenia
Viale E. Duse 12 50100 Firenze